PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Da ieri, 15 novembre, certificati gratis senza recarsi agli sportelli: tutto da casa con lo Spid (e senza marca da bollo)

Da ieri, 15 novembre, certificati gratis senza
recarsi allo sportello: tutto da casa con lo Spid
(e senza marca da bollo)

“Il rilascio dei certificati anagrafici online e gratuiti rappresenta un’altra
importante innovazione a vantaggio dei cittadini, che direttamente dalla
propria postazione potranno richiedere il documento e ottenerlo
immediatamente”.
Lo dice il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, nel commentare l’avvio
del servizio da ieri, 15 novembre, che permetterà di scaricare 14 certificati
dall’Anagrafe online.
“Questo va a incidere sulla mobilità delle nostre città e consentirà di
alleggerire l’impegno delle amministrazioni comunali, che tramite gli uffici
anagrafe avranno un aggravio di lavoro inferiore a quello attuale”.
“Il ministero dell’Interno e tutti gli attori istituzionali – aggiunge – si
impegneranno sempre di più perché sia facilitato il rapporto tra la pubblica
amministrazione e i cittadini”.
Nei giorni scorsi il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha
scaricato, in anteprima, il primo certificato digitale attraverso la piattaforma
“Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente”, come riporta una nota del
ministero dell’Innovazione tecnologica.
Basterà lo Spid per scaricare i certificati gratis (senza marca da
bollo): non servirà recarsi allo sportello Anagrafe
Basterà avere lo Spid o la carta d’identità elettronica per poter ottenere 14
diversi tipi di documenti anagrafici in formato digitale, scaricabili per sé o
per un componente della propria famiglia dal proprio computer.
La nuova funzionalità permetterà anche alle amministrazioni pubbliche di
avere un punto di riferimento unico per i dati e le informazioni anagrafiche.
I certificati digitali saranno completamente gratuiti e non si dovrà più
pagare la marca da bollo.
Per i documenti che necessitano del riferimento plurilingue, saranno
disponibili online anche in modalità multilingua.
I certificati scaricabili, nello specifico, sono:
● nascita,
● matrimonio,
● cittadinanza,
● esistenza in vita,
● residenza,
● residenza AIRE,
● stato di famiglia e stato civile,
● residenza in convivenza,
● stato di famiglia AIRE,
● stato di famiglia con rapporti di parentela,
● stato libero,
● anagrafico di unione civile e di contratto di convivenza.
Per accedere al portale dell’anagrafe nazionale della popolazione residente
(ANPR) bisognerà essere in possesso della propria identità digitale, ovvero
lo Spid o la carta d’identità elettronica oppure la carta nazionale dei servizi.
Se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti
della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.