PNRR, accordo tra MEF e Cassa Depositi per assistere le PA

PNRR, accordo tra MEF e Cassa Depositi
per assistere le PA

di Stefano Paterna – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PNRR, l’accordo firmato il 27 dicembre 2021 prevede che Cassa
Depositi offra sostegno e assistenza tecnica a Ministeri ed enti
locali nella programmazione, attuazione, monitoraggio e
valutazione dei risultati dei progetti inclusi nel Piano di resilienza:
dalla predisposizione delle domande di finanziamento al supporto
nelle procedure selettive.
La partita dell’applicazione dei progetti inclusi nel Piano di Ripresa e
Resilienza è cruciale per la Pubblica Amministrazione.
Nell’ottica del potenziamento delle capacità delle diverse PA si muove
l’accordo siglato il 27 dicembre 2021 tra il Ministero dell’Economia e delle
Finanze e Cassa Depositi e Prestiti.
Le attività di sostegno alle amministrazioni centrali e locali saranno le più varie
e copriranno tutte le fasi degli interventi inclusi nel PNRR: dalla definizione
alla programmazione; dall’attuazione, al monitoraggio e alla valutazione dei
risultati.
Ricordiamo di passaggio che Cassa Depositi e Prestiti non è soltanto una
sorta di istituto di credito pubblico, ma anche un centro di elaborazione di
progetti strategici nel settore energetico e informatico, oltre che un fornitore di
consulenze per gli enti pubblici.
Ma vediamo nello specifico le aree di intervento definite nell’intesa tra il MEF e
CDP.
Accordo MEF-CDP per l’applicazione del PNRR: le modalità di
sostegno alle PA
Nell’attività di sostegno di Cassa Depositi e Prestiti alle amministrazioni
pubbliche centrali e locali, l’intesa prevede che vengano definiti dei Piani di
Attività per ogni ministero coinvolto a livello nazionale con la descrizione delle
iniziative da svolgere, mentre a livello territoriale le PA potranno rivolgersi
direttamente a CDP e alle sue controllate per richiedere assistenza
tecnico-operativa.
In particolare, il sostegno alle pubbliche amministrazioni consisterà nella
definizione delle priorità, nella progettazione e nella programmazione degli
interventi, attività che includono innanzitutto l’analisi strategica del contesto e
successivamente le valutazione di impatto ad esempio quella in campo
ambientale, ma anche quella meno conosciuta effettuata nel settore del
trattamento dei dati a tutela della loro riservatezza.
Cassa Depositi e Prestiti fornirà inoltre consulenze sugli investimenti da
attivare in collaborazione tra pubblico e privato e sul monitoraggio e la verifica
dell’attuazione del cronoprogramma dei progetti inclusi nel PNRR.
In questo caso, si tratta del controllo del raggiungimento degli obiettivi
qualitativi e quantitativi del Piano di resilienza (cosiddetti milestone e target),
oltre che di alcuni scopi prettamente “politici” come equità di genere, la
riduzione del divario tra territori diversi e la valorizzazione giovanile.
Accordo MEF-CDP, l’assistenza ai beneficiari dei fondi e alle
selezioni indette dalle PA
L’attività di sostegno di Cassa Depositi e Prestiti, delineata nell’accordo del
27 dicembre con il MEF, non si limiterà solo alla fase di controllo e verifica
della progettazione, ma prevede anche l’assistenza ai potenziali beneficiari
dei fondi del PNRR nella predisposizione delle domande di finanziamento,
considerando che spesso si tratta di amministrazioni locali in carenza di
personale qualificato.
CDP, inoltre, si occuperà anche dell’assistenza tecnica alle amministrazioni
impegnate all’altro capo del processo di assegnazione dei fondi: ovvero alle
PA impegnate nelle procedure selettive, ad esempio con consulenze sullo
sviluppo di applicazioni informatiche in grado di gestire gli interventi previsti
nel PNRR.
Tutta l’attività di sostegno di Cassa Depositi e Prestiti alle pubbliche
amministrazioni avverrà nel quadro dell’azione di coordinamento svolto dal
Ministero dell’Economia e delle Finanze.
(allegato, in formato pdf: PNRR, accordo MEF-CDP per il sostegno alla
Pubblica Amministrazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.