IMPRENDITORIA FEMMINILE E PNRR: VIA AL FONDO IMPRESA DONNA DA 40 MILIONI DI EURO –

Pnrr, imprenditoria femminile: via al fondo

impresa donna da 40 milioni

Il Ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato il decreto

interministeriale che rende operativo il Fondo Impresa Donna, il quale mira a

rafforzare, come previsto dagli obiettivi del Piano nazionale di ripresa e

resilienza, gli investimenti a sostegno dell’imprenditorialità femminile.

Risorse dal Pnrr

Secondo quanto riportato nella nota emessa dal Mise, l’obiettivo della misura

è quello di incentivare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese,

supportando le loro competenze e la creatività necessarie ad avviare nuove

attività imprenditoriali e la realizzazione di progetti innovativi, attraverso

contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati. Il Fondo Impresa Donna

è stato istituito con un finanziamento iniziale di 40 milioni di euro, ai quali si

aggiungeranno le risorse Pnrr, 400 milioni, destinate all’imprenditoria

femminile.

Missione «Inclusione e coesione»

Il progetto, spiega il Mise, costituisce un intervento cardine inserito tra le linee

di intervento del Ministero dello sviluppo economico nel Piano nazionale di

ripresa e resilienza nell’ambito della missione «Inclusione e coesione». Con

questa misura, il ministero raggiunge un altro obiettivo del Pnrr nei tempi

stabiliti dal cronoprogramma, come già avvenuto per i bandi Ipcei (Importanti

Progetti di Comune Interesse Europeo) sui progetti strategici altamente

tecnologici nei settori delle batterie e dei semiconduttori, mentre è già stata

avviata la riforma della proprietà industriale. Il decreto interministeriale è

stato firmato anche dal Ministro dell’economia e delle finanze, Daniele Franco,

e dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti. Sarà quindi

inviato alla Corte dei Conti per la registrazione.

fonte:

 CORRIERE DELLA SERA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.