CAMERA DI COMMERCIO DELL’UMBRIA – INTERNAZIONALIZZAZIONE IMPRESE – Tre milioni di euro per finanziare progetti presentati da imprese singole o aggregate per rafforzare l’export e valorizzare i prodotti e la loro provenienza. Sono quelle messe a disposizione dal bando Travel.

Tre milioni di euro per finanziare progetti presentati da imprese singole o aggregate per rafforzare l’export e valorizzare i prodotti e la loro provenienza. Sono quelle messe a disposizione dal bando Travel.

Possono beneficiarne le micro-piccole-medie imprese umbre, regolarmente iscritte alla CCIAA da almeno un anno, che:

  • svolgano un’attività compresa nei codici Ateco indicati nel bando 
  • che ne facciano richiesta in forma singola purché abbiano almeno due dipendenti con contratto a tempo indeterminato
  • che ne facciano richiesta in forma associata (almeno 3 imprese) purché la maggioranza di esse abbia almeno due dipendenti con contratto a tempo indeterminato e ciascuna di esse partecipi con almeno il 20%

contributi previsti, concessi  nel rispetto del “Temporary Framework” o in regime “de minimis”, sono:

  • pari al 40% delle spese ammesse (minino 30mila euro-max 100mila euro) per le imprese singole
  • pari al 50% delle spese ammesse (minimo 50mila euro-max 200mila euro) per le aggregazioni

Le imprese ammesse a contributo potranno chiedere un finanziamento agevolato a Umbria Innova per una quota delle spese non coperte dal bando.

Le spese ammissibili sono quelle sostenute a partire dal giorno dopo la presentazione della domanda e relative a:

  • sviluppo del commercio elettronico
  • consulenze (max 30%)
  • formazione ai dipendenti e ai titolari di imprese (max 10%)
  • attività di incoming (max 4mila euro)
  • costo per personale qualificato dell’impresa coinvolto nel progetto (max 10%)
  • promozione
  • comunicazione (max 15%)
  • fiere ed eventi di rilevanza internazionale
  • attivazione di strutture e reti commerciali all’estero;
  • attività finalizzate a costituire partnership con imprese estere.

Il progetto deve essere concluso entro 12 mesi dall’ammissione al contributo. La valutazione avverrà a sportello in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande, la cui compilazione potrà iniziare dal 3 febbraio al 30 giugno 2022, mentre l’invio dal 7 febbraio al 30 giugno 2022.

Si allega il Avviso pubblico, con codici ATECO e modulistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.