BUS OPERATOR – Pubblicato il 20 ottobre scorso il decreto che stanzia 50 milioni di euro come contributo per acquistare autobus turistici ecologici.


Pubblicato il 20 ottobre scorso il decreto  che stanzia 50 milioni di euro come contributo per acquistare autobus turistici ecologici.

Le richieste di contributo possono essere fatte da imprese del trasporto persone e valgono per l’acquisto (oppure locazione finanziaria o patto di riservato dominio) di:

  • autobus turistici M2 ed M3
  • di classe III o B
  • nuovi di fabbrica ad elevata sostenibilità ecologica
  • ad alimentazione alternativa (elettrico o metano)
  • a gasolio euro VI step E (come specificamente richiesto da CNA).

Le risorse sono ripartite nel seguente modo:

  • a) 20 milioni di euro per autobus M2 ed M3 di classe B ad alimentazione:
    • 1) elettrica (full electric) per un incentivo pari a euro 50mila euro;
    • 2) ibrida (diesel/elettrico) per un incentivo massimo pari a euro 40mila euro;
    • 3) CNG e LNG, per un incentivo massimo pari a euro 30mila euro;
  • b) 5 milioni di euro per autobus M3 di classe III ad alimentazione:
    • 1) elettrica (full electric), per un incentivo pari a euro 70mila euro;
    • 2) ibrida (diesel/elettrico), per un incentivo pari a euro 60mila euro;
    • 3) CNG e LNG, per un incentivo pari a euro 50mila euro;
  • c) 5 milioni di euro per autobus ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o categoria superiore:
    • 1) M2 di classe B con un incentivo pari a 20mila euro;
    • 2) M3 di classe B con un incentivo pari a 30mila euro.
  • d) 20 milioni di euro per autobus M3 di classe III ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o categoria superiore con un incentivo pari ad euro 40mila euro

Un contributo ulteriore di 5.000 euro è previsto per chi, acquistando un autobus delle tipologie a) e b),  proceda anche alla radiazione per rottamazione di un autobus di classe inferiore a euro VI.

Il contributo è concedibile solo per autobus acquistati dopo il 20 ottobre 2022.

In una prima fase le risorse vanno prenotate con una domanda (anche cumulativa per più autobus), FINO AD ESAURIMENTO DEI FONDI DISPONIBILI, sulla piattaforma raggiungibile a questo link , la cui data di apertura  non è stata ancora resa nota.

Per la prenotazione servirà una dichiarazione, firmata con FIRMA DIGITALE, contenente:

  • data del contratto di acquisto dell’autobus
  • importo del corrispettivo previsto nel contratto (o delle rate di finanziamento, o di atto di riservato dominio);
  • eventuale radiazione per rottamazione

In una seconda fase sarà necessario fornire le quietanze di pagamento e l’eventuale prova della rottamazione di un autobus di classe inferiore ad euro VI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.