BONUS ED AGEVOLAZIONI – QUALI SONO QUELLI DA RICHIEDERE ENTRO IL 31 DICEMBRE 2021

BONUS E AGEVOLAZIONI STATALI. QUALI SONO QUELLI DA RICHIEDERE ENTRO IL 31 DICEMBRE 2021

22 Settembre 2021

Da quello per le vacanze a quello per le Tv, ma anche aiuti economici per Pc e tablet, per i figli, per le partite Iva o per la casa: sono tanti i provvedimenti (alcuni già esistenti, altri di nuova introduzione) che sono validi fino al termine del 2021: ecco quanti sono e a chi spettano

Bonus vacanze

Fino al 31 dicembre del 2021 sarà possibile sfruttare il bonus vacanze: la stessa Agenzia delle Entrate sul proprio sito ha confermato negli scorsi mesi che “chi ha richiesto il bonus dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 può utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021”. Chi ha fatto richiesta entro il 2020 e non ha ancora utilizzato il Bonus vacanze, può farlo con una novità introdotta dal decreto Sostegni bis. Nello specifico, il provvedimento ha previsto che il bonus possa essere utilizzato anche prenotando nelle agenzie di viaggi o nei tour operator.

Bonus TV 

Dal 23 Agosto è partito il nuovo bonus tv: serve per sostituire gli apparecchi che risultano obsoleti. Si tratta di uno sconto del 20% fino a un massimo di 100 euro per chi acquista un nuovo televisore rottamando il vecchio. In questo caso però la scadenza non è a breve termine ma si potrà fare richiesta fino al 31 dicembre 2022. Tuttavia, poiché il bonus rottamazione tv si rivolge a tutti e non sono previsti limiti di reddito, e visto che alcuni cittadini potranno anche cumulare questo incentivo con il vecchio bonus da 50 euro, che è riservato ai nuclei familiari con Isee inferiore a 20mila euro, in tanti potranno immediatamente sfruttarlo poiché a partire dal 15 ottobre 2021 ed entro il 30 giugno 2022 entrerà in servizio il nuovo standard per le tv che sarà codificato con la sigla DVB-T2/HEVC e verrà dismessa la codifica MPEG2. Il nuovo standard renderà visibili soltanto canali HD.

Bonus pc e tablet

Molto meno il tempo a disposizione dei cittadini per richiedere il Bonus pc e tablet. Il provvedimento infatti sta per scadere e, per il momento, non sono previste proroghe. La misura introdotta dal governo Conte bis scade l’1 ottobre. Si tratta di un’agevolazione che va richiesta direttamente al provider o agli operatori di riferimento. Il provvedimento può arrivare fino a un massimo di 500 euro suddivisi in 200 euro di sconto per la stipula di un contratto o il potenziamento della connessione internet e per 300 euro per l’acquisto di un tablet o di un pc. Per accedervi è necessario avere un reddito Isee non superiore a 20mila euro.

Bonus idrico e Bonus acqua potabile 

Sono due misure previste dalla legge di Bilancio 2021 per i quali non sono richiesti limiti di Isee o particolari condizioni per poterne usufruire. Per quanto riguarda il Bonus idrico, in attesa del decreto attuativo, si sa già che sarà possibile utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021. Il Bonus acqua potabile, invece, è già attivo: l’agevolazione consiste in un credito d’imposta del 50% delle spese sostenute tra l’1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi per “razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica”. Tra l’1 e il 28 febbraio dell’anno successivo a quello del sostenimento del costo, va comunicato all’Agenzia delle Entrate – tramite il loro sito – l’importo delle spese.

Bonus terme 

Istituito con un decreto del MISE pubblicato in Gazzetta ufficiale il 5 agosto, il provvedimento ha un valore del 100% della spesa sostenuta per l’acquisto di servizi alle terme, fino a un massimo di 200 euro: la parte di spesa eccedente è a carico di chi fa richiesta di un voucher. Per ottenere questo voucher, però, sarà corsa alla prenotazione. Ci si aspetta un click-day intorno a metà di ottobre. Il Bonus terme sarà disponibile a partire dalla pubblicazione dell’avviso di apertura delle prenotazioni sui siti del Ministero dell’Economia e di Invitalia.

Assegno temporaneo per i figli minori

Già attivo dall’1 luglio e previsto fino al 31 dicembre, l’assegno temporaneo per i figli minori è una prestazione transitoria che, specifica l’Inps, va alle famiglie “in possesso dei requisiti previsti dalla legge per ogni figlio minore di 18 anni, inclusi i figli minori adottati e in affido preadottivo”. Si tratta, specifica l’Agenzia delle Entrate, di una “misura, finalizzata a dare un sostegno immediato alla genitorialità e alla natalità, è stata adottata in attesa dell’attuazione dell’assegno unico e universale che dovrà riordinare, semplificare e potenziare le misure a sostegno dei figli”

Bonus asilo nido, bebè e mamma domani 

Sono tre misure in vigore a sostegno delle famiglie e possono essere richieste con certezza entro il 31 dicembre 2021. Con l’entrata in vigore ufficiale dell’assegno unico universale, invece, queste misure potrebbero venire soppresse.

Indennità Iscro

A partire dal 1 luglio è ufficialmente stato lanciato l’Iscro, l’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa istituita in via sperimentale per il triennio 2021-2023 dalla legge di Bilancio 2021 in favore dei lavoratori con Partita iva iscritti alla Gestione Separata che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo, inclusi i partecipanti agli studi associati o a società semplici. Per chi volesse usufruirne nel 2021, la scadenza della richiesta è fissata per il 31 ottobre 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.