Bonus 2022: elenco di quelli confermati e di quelli che verranno eliminati

Bonus 2022: elenco dei confermati e di quelli

eliminati

Quali sono i bonus 2022 finora confermati dal Governo e quali invece

cambieranno forma o saranno definitivamente cancellati? Ecco l’elenco

completo e aggiornato con spiegazione.

La scadenza di molte agevolazioni e bonus è fissata al 31 dicembre 2021 ma

il Governo sta determinando quali saranno i bonus  2022, ovvero quelli che

saranno prorogati nelle stesse modalità o secondo forme differenti.

Nel Documento programmatico della Manovra di Bilancio, approvato dal

Consiglio dei Ministri e trasmesso a Bruxelles, sono emerse alcune

anticipazioni certe e ufficiali sui bonus 2022 già confermati.

In questa guida facciamo il punto della situazione sui bonus attivi e in proroga

per l’anno prossimo, secondo le prime indicazioni di Bilancio, e sui bonus che

verranno cancellati.

BONUS 2022, ECCO QUALI RESTANO

Dalle agevolazioni per l’efficientamento energetico alle detrazioni per le

ristrutturazioni, dagli incentivi per le auto agli sconti in fattura, i bonus 2022

riconfermati per ora sono numerosi. A dire il vero, la tendenza generale del

Governo Draghi è di accorpare e semplificare più bonus e incentivi per

categorie. Per il prossimo anno si prevedono dei pacchetti di agevolazioni.

Vediamo quali sono le agevolazioni 2022 già confermate rispetto ai bonus in

scadenza nel 2021.

1) ECOBONUS E INCENTIVI AUTO

È stato rifinanziato con 100 milioni di euro il fondo Ecobonus per l’acquisto di

veicoli a basse emissioni. La misura è stata inserita nel Decreto Fisco

approvato dal Consiglio dei Ministri. In particolare, le nuove risorse serviranno

per incentivare l’acquisto di veicoli elettrici ad uso personale o commerciale.

Per avere ulteriori informazioni, vi consigliamo di leggere questo

approfondimento. Previsto anche il bonus colonnine veicoli per imprese o

professionisti che servirà a incentivare l’acquisto di dispositivi di ricarica per

auto o moto elettriche.

2) BONUS CASA

Nelle linee guida della Manovra di Bilancio 2022 il Governo ha indicato la

necessità di mettere in campo una riorganizzazione dei cosiddetti “Bonus

Casa”. Si tratta cioè di bonus edilizi e di alcune detrazioni fiscali che

servono da un lato, a incentivare la transizione green con interventi ad alto

efficientamento energetico. Dall’alto lato mirano a garantire l’acquisto e la

ristrutturazione edilizia degli immobili a scopo abitativo. Nello specifico si è

deciso di rinnovare per il 2022 il Superbonus 110% modificando le regole,

come spiegato in questo approfondimento. Per il Superbonus è stata anche

prevista la proroga al 2023 per condomini e IACP. Esclusi per ora, degli

interventi sulle villette unifamiliari o altre strutture abitative private. Rafforzati

poi, l’Ecobonus e il Sismabonus per garantire, come da indicazioni del

PNRR, l’efficienza energetica e la sicurezza degli edifici. Rinnovato al 2022

anche il bonus ristrutturazioni (in cui rientra anche il bonus condizionatori)

che consiste in una detrazione dall’IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino

a 96.000 euro per unità immobiliare. Dal Governo vi è anche il primo ok al

rinnovo del bonus verde, del bonus restauro, del bonus idrico, del bonus

mobili e del bonus prima casa under 36. Tali bonus probabilmente avranno

una nuova modalità di erogazione su cui vi terremo aggiornati.

3) BONUS TV E BONUS DECODER

Rifinanziato anche il bonus TV rottamazione. Per gli acquisti TV su cui è

prevista la rottamazione di un vecchio dispositivo, vi sarà uno sconto del 20%

sul prezzo d’acquisto fino a un importo massimo di 100 euro senza limiti ISEE.

Nuove risorse nel 2022 anche per bonus decoder che ha un valore fino a 30

euro. È destinato esclusivamente ai cittadini appartenenti a un nucleo

familiare con un ISEE non superiore ai 20.000 euro. Le due misure sono

cumulabili tra loro: per ulteriori informazioni, leggete questo

approfondimento.

4) BONUS CULTURA E CARTA DEL DOCENTE

Secondo le prime indicazioni del Documento programmatico di Bilancio

2022 saranno riconfermate anche le misure proposte dal Ministero al ramo,

ovvero “Bonus cultura” e “Carta del Docente”. Il bonus cultura 2022

dovrebbe prevedere, come per l’anno in corso, l’erogazione di 500 euro per i

diciottenni da spendere in prodotti e attività culturali, come spiegato nella

guida. La carta docente 2022 allo stesso modo, sarà confermata sempre per

un massimo di 500 euro da poter utilizzare per l’aggiornamento professionale.

5) BONUS LUCE E GAS

Nelle linee guida della Manovra di Bilancio 2022 il Governo ha deciso

d’istituire un fondo per contrastare l’aumento del costo dell’energia in bolletta.

Dunque, saranno previsti nuovi bonus bollette, ovvero dei bonus luce e gas

come quelli in scadenza al 31 dicembre 2021 (bonus sociale elettrico e

bonus gas).

6) BONUS POS

Confermato il bonus POS fino al 30 giugno 2022 per tutti i pagamenti

tracciabili effettuati, sia gli esercenti che i professionisti. Possono fruire di un

credito d’imposta fino al 100% (prima era pari al 30%) delle commissioni

sostenute per l’utilizzo dei POS. Tale agevolazione cambierà nome

diventando con ogni probabilità il “bonus bancomat”. Questo nuovo bonus

nel 2022 prenderà il posto anche del Piano Cashback che non sarà

confermato per il prossimo anno nella forma in cui lo abbiamo conosciuto

finora. Oltre alla terza e ultima trance del Cashback che riprende dal 1°

gennaio 2022 e durerà fino al 30 giugno 2022 stabilita dal Decreto Lavoro, e

spiegata in questo articolo, non vi saranno rinnovi. Potrebbero però essere

previsti altri tipi d’incentivi al pagamento digitale. Le modalità saranno rese

note nella Legge di Bilancio 2022 su cui vi terremo aggiornati.

7) BONUS FAMIGLIA CON ASSEGNO UNICO FAMILIARE

La riforma finanziaria in corso ha già sancito che tutte le misure rivolte alla

famiglia saranno oggetto del pacchetto “Family Act” e si raggrupperanno

nell’assegno unico e universale familiare (istituito con la Legge delega 1

aprile 2021, n. 46). Il nuovo assegno unico familiare, le cui modalità saranno

stabilite a fine dicembre 2021, finirà per raggruppare il bonus bebè, bonus

assegno temporaneo figli minori, bonus mamma domani, bonus cicogna

e bonus genitori separati divorziati e altre forme di sostegno per famiglie

con figli. Il nuovo assegno unico e universale 2022 prevede l’istituzione di un

assegno mensile concesso progressivamente a tutti i nuclei familiari con figli a

carico, a decorrere dal 7° mese di gravidanza fino ai 21 anni, nella forma di

credito d’imposta. Ovvero vi sarà un’erogazione mensile di una somma in

denaro, il cui ammontare è modulato sulla base dell’indicatore ISEE. Le

modalità sono ancora da chiarire. Il Governo ha previsto in aggiunta

all’assegno unico familiare, anche risorse per eventuali altri bonus extra

(ancora non stabiliti) per famiglie con figli disabili a carico.

8) AGEVOLAZIONI PER FAMIGLIE CON FIGLI

Insieme ai bonus famiglia che saranno raggruppati nell’assegno unico e

universale familiare 2022, le linee guida della Manovra di Bilancio 2022 hanno

anche confermato e reso strutturale il congedo di paternità a 10 giorni.

Inoltre, l’attuale bonus asili nido sarà trasformato con agevolazioni e

detrazioni per chi deve sostenere le spese per la retta dei nidi. Infatti, nel

documento programmatico di Bilancio 2022 sono state stanziate nuove risorse

per asili nido e scuole dell’infanzia.

9) BONUS ASSUNZIONI E LAVORO 2022

Per quanto concerne le imprese e i lavoratori, nel Bilancio 2022 si definiranno

i nuovi incentivi fiscali per favorire l’occupazione. Tra le agevolazioni sul lavoro

per il 2022 vi sarà la rideterminazione dell’esonero contributivo per le

assunzioni a tempo indeterminato con il contratto di rioccupazione. In via di

proroga il bonus lavoro giovani under 36 che potrebbe però cambiare

forma. Dovrebbero essere confermati, in quanto già prevista la copertura per il

2022: le agevolazioni assunzioni over 50, il bonus decontribuzione sud e

le agevolazioni per assunzioni donne. Infine, riconfermato il Reddito di

cittadinanza, che però subirà alcune modifiche. Previste anche più risorse e

future agevolazioni per supportare i cittadini disabili e non autosufficienti.

10) BONUS E AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

Per adesso le linee programmatiche hanno previsto la proroga degli incentivi

fiscali collegati a Transizione 4.0 e più risorse per sostenere

l’internazionalizzazione. Sono state introdotte inoltre la proroga 2022 del

contributo a favore delle PMI per l’acquisto di beni strumentali (la cosiddetta

nuova Sabatini) e nuove risorse per il fondo di garanzia PMI. Per aiutare

l’imprenditoria femminile è stato istituito il Fondo Impresa Donna che

prevede contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati e altri incentivi. Per

quanto riguarda gli aiuti a start up e nuove imprese continuano ad essere

operativi, fino ad esaurimento fondi, Resto al Sud e Nuove imprese a tasso

zero.

INCENTIVI, BONUS E AGEVOLAZIONI MAI PARTITI NEL 2021 E CHE RIENTRERANNO NEL 2022

Intanto, pur se dal futuro incerto e da definire, vi sono una serie di bonus che

dovevano partire nel 2021 come da Legge di Bilancio 2021 o altri Decreti

emergenziali, ma per il ritardo nella loro attuazione si protrarranno fino al

2022. In primis, il bonus idrico, già confermato anche fino al 2024 ma di fatto

mai partito. Tra tali tipi di agevolazioni vi sono anche il bonus figli disabili.

Stesso discorso per il bonus latte artificiale. Ancora in fase di attuazione e

non ancora cancellati, il bonus occhiali 2022 pari a 50 euro per l’acquisto di

occhiali e di lenti a contatto correttive, nonché il credito d’imposta chef.

Quest’ultimo consiste in un credito d’imposta nella misura del 40% del costo

delle spese sostenute. Sono accettabili le spese per beni strumentali durevoli

o per corsi di aggiornamento professionale. Era previsto dal Bilancio 2021 ma

non è ancora stato avviato, ma risulta tra i confermati, anche se si protrarrà

nel 2022. Sulle future modalità di erogazione, vi terremo aggiornati.

BONUS ELIMINATI PER IL 2022

Rispetto a tutti i bonus in scadenza il 31 dicembre 2021, molti non saranno

prorogati o saranno incorporati in altri tipi di agevolazioni. Per adesso nella

lista dei bonus esclusi vi sono:

● il bonus facciate;

● il bonus affitto;

● il bonus affitti covid;

● il bonus anziani;

● il bonus babysitter;

● il bonus monopattini e biciclette;

● il bonus seggiolino;

● il bonus matrimonio;

● il bonus sanificazione;

● il bonus vacanze (salvo proroga per chi lo ha già richiesto);

● tutti i bonus per le aziende chiuse, visto che non vi è stata la

necessità di nuovi lockdown;

● i buoni spesa (per il ritardo dell’erogazione da parte dei Comuni

interessati potrebbero arrivare fino al prossimo anno).

Verranno cancellati in quanto incorporati nell’assegno unico familiare:

● bonus bebè;

● bonus mamma domani;

● bonus assegno temporaneo figli minori;

● bonus cicogna;

● bonus genitori separati divorziati.

In forse il Reddito di emergenza, il bonus moda, il bonus acqua potabile e

bonus centro storico. Non si sa ancora se resterà il bonus 100 euro che ha

sostituito il vecchio bonus Renzi. A definire in modo certo e ufficiale quali

eventuali bonus nel 2022 saranno confermati, modificati o ampliati, sarà poi la

manovra di Bilancio che giungerà a completamento entro fine dicembre. Sarà

anche interessante scoprire quali nuovi bonus verranno introdotti.

FONTE – TICONSIGLIOUNLAVORO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.