BANDI ED INCENTIVI – L.R. 1/2018 – Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato per gli interventi in materia di autoimpiego e creazione d’impresa – MYSELF. Anno 2022

L.R. 1/2018. Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato per gli interventi in materia di autoimpiego e creazione d’impresa – MYSELF. Anno 2022

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni del presente Avviso esclusivamente le piccole e medie imprese aventi sede operativa nel territorio della Regione Umbria.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili i progetti imprenditoriali rientranti nella produzione di beni, fornitura di servizi, commercio, anche in forma di franchising, artigianato.

La spesa complessiva deve essere destinata:

a. per almeno il 60% ad investimenti,

b. per un massimo del restante 40% a spese correnti.

Le spese ammissibili per la tipologia a) sono:

– macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa nuovi di fabbrica,

– hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa, sito web e-commerce,

–  piccole opere murarie ed impianti fino ad un massimo del 20% della spesa

complessiva per investimenti,

– mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino funzionali e strumentali allo

svolgimento dell’attività imprenditoriale.

I beni usati possono essere ammessi alle agevolazioni purché forniti da rivenditori

autorizzati (usato garantito) e corredati da idonee dichiarazioni sostitutive di atto notorio

attestanti che gli stessi non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni pubbliche e

che offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità e conformità alle norme e agli

standard pertinenti. Il venditore dovrà attestare che il prezzo di ogni bene usato non è

superiore al suo valore di mercato ed è inferiore al costo di materiale simile nuovo.

Per la tipologia b) sono ammesse:

  •  redazione business plan ai fini della richiesta di accesso alle agevolazioni di cui al

presente Avviso e consulenza finalizzata alla gestione del progetto d’impresa

(oggetto della domanda di agevolazione) fino ad un massimo di euro 1.500,00;

  •  consulenze specialistiche finalizzate alla costituzione e all’avvio d’impresa (es. a

titolo esemplificativo: parcella notaio, oneri registrazione CCIAA);

  • locazione commerciale dell’immobile adibito a sede operativa aziendale, purché

documentata da contratto di locazione registrato;

  • materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo

produttivo;

–  pubblicità;

–  utenze;

–  formazione professionale specialistica ovvero consulenze specialistiche (finalizzate

alla formazione e arricchimento professionale del proponente e degli amministratori)

fino ad un massimo di euro 3.000,00.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse ammontano ad euro 1.000.000,00.


L’agevolazione consiste:


1. in un finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese comprese tra un minimo di 10.000,00 euro ed un massimo di 66.666,67 euro a copertura del 75% delle spese totali ammissibili, al netto di IVA ed oneri accessori.

Il finanziamento è concesso ed erogato senza l’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso e deve essere restituito in quote semestrali costanti senza interessi secondo un piano di ammortamento della durata massima di sette anni, oltre ad un anno di preammortamento. In particolare l’agevolazione prevede:


a. prestiti della durata massima di 5 anni oltre ad un anno di preammortamento per un importo massimo di 25.000,00 euro pari al 75% delle spese ammissibili, al netto di IVA ed oneri accessori, comprese tra un minimo di 10.000,00 euro ed un massimo di 33.333,34 euro per le iniziative di autoimpiego e di lavoro autonomo cui all’articolo 38, della l. r. 1/2018;

b. prestiti della durata massima di anni 7 oltre ad un anno di preammortamento per un importo non superiore ad 50.000,00 euro pari al 75% delle spese ammissibili, al netto di IVA ed oneri accessori, comprese tra un minimo di 33.333,35 euro ed un massimo di 66.666,67 euro per le iniziative di creazione d’impresa di cui all’articolo 39 della l. r. 1/2018.

2. contributo a fondo perduto b. contributo a fondo perduto fino al 20% della spesa complessiva ammissibile al netto di IVA concedibile ed erogabile a rendicontazione dell’intera spesa ammessa.

Per la parte di spesa non coperta dalle agevolazioni suddette, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

In sintesi:

Spese Ammissibilimin 10.000,00 € – max 33.333,34 €min 33.333,35 € – max 66.666,67 €
Finanziamento a tasso zeromin 7.500,00 €- max 25.000,00 €min 25.000,00 € – max 50.000,00 €
Durata finanziamentomax 5 annimax 7 anni
Preammortamento1 anno1 anno
Fondo perdutoNon superiore al 20% della spesa ammissibile

Scadenza

La compilazione delle domande di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuata a partire dalle ore 10:00 del 21/11/2022 e fino alle ore 12:00 del 31/01/2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.