AREA AMBIENTE, SALUTE E SICUREZZA – AGGIORNAMENTI NORMATIVI ED ADEGUAMENTI PER LE IMPRESE

AREA AMBIENTE E SICUREZZA – AGGIORNAMENTI NORMATIVI

SONO STATI EMANATI una serie di provvedimenti legislativi in materia di ambiente, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed i necessari  adempimenti, se si vogliono evitare sanzioni o sospensioni delle attività, da parte delle imprese.

ETICHETTATURA DEGLI IMBALLAGGI (art.219 co.5 del D. Lgs.152/06)

L’entrata in vigore delle nuove regole sull’etichettatura degli imballaggi è stata prorogata al 30 giugno 2022 e quindi anche la possibilità di utilizzare quelli (imballaggi) non conformi a tali requisiti.

SORVEGLIANZA RADIOMETRICA SU SEMILAVOPRATI METALLICI

La scadenza è stata prorogata al 1° marzo 2022. Fino ad allora varranno  le disposizioni precedenti (allegato XIX del D. Lgs.101/2020).

PLASTIC TAX E SUGAR TAX

E’ stato confermato il rinvio al 2023 dell’entrata in vigore della plastic tax ( 0,45 centesimi di euro per ogni chilo di prodotti di plastica monouso venduto) e sugar tax (applicata alle bevande “dolci”, con o senza zucchero).

INAIL ED ASL – MAGGIORI COMPETENZE E SINERGIE DI CONTROLLO E VERIFICA SUI LUOGHI DI LAVORO PER QUANTO RIGUARDA SALUTE E SICUREZZA

INL avrà, UNITAMENTE all’Asl, anche un compito di coordinamento delle attività di controllo in ambito provinciale.

Modificata la norma che contiene i requisiti e le regole per la sospensione dell’attività imprenditoriale (art. 14 del D.Lgs 81/08):

scatterà in presenza del 10% di personale “in nero” (prima era il 20% e scattava solo in caso di recidiva)

L’impresa sospesa non potrà più contrattare con la PA per tutto il periodo di sospensione.

Le sanzioni per lavoro irregolare o violazione delle regole sulla sicurezza sono raddoppiate nel caso in cui l’azienda si sia macchiata degli stessi reati nei 5 anni precedenti.

Nel caso di violazione della sospensione dell’attività previsto l’arresto dell’imprenditore (fino a 6 mesi per violazioni della sicurezza; da 3 a 6 mesi e multa fino a 6.400 euro per lavoro irregolare)

Modificata la norma che regola la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro:

verranno individuate, con la modifica degli accordi Stato-Regioni,  entro il 30 giugno 2022,  le durate, i contenuti minimi e le modalità della formazione obbligatoria a carico dell’impresa, nonché le modalità di svolgimento degli esami finali dei corsi e delle verifiche durante lo svolgimento del lavoro.

Verranno definite le prove pratiche per l’addestramento, che dovrà essere tracciato in un registro sia cartaceo che informatico.

la formazione potrà essere svolta solo in presenza e prevede un aggiornamento biennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.