RICERCA E SVILUPPO CON PROGETTI BASATI SULLE TECNOLOGIE 5G

RAI (Radiotelevisione italiana S.p.A.) is Italy’s national public broadcasting company, owned by the Ministry of Economy and Finance. RAI operates many DVB and Sat television channels and radio stations, broadcasting via digital terrestrial transmission (15 television and 7 radio channels nationwide) and from several satellite platforms. It is the biggest television broadcaster in Italy.

La scadenza per la presentazione delle domande su ricerca, sviluppo e sperimentazione di soluzioni innovative con nuove tecnologie è il 22/4


Promuovere l’avvio di nuovi progetti di ricerca basati su tecnologie 5G nel settore della produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi.

E’ quanto prevede il bando pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico che mette a disposizione 5 milioni di euro per la trasformazione digitale dell’industria creativa e culturale del Paese.

In particolare saranno selezionati dei progetti pilota, della durata di un anno, che stimolino e valorizzino la ricerca, lo sviluppo e la sperimentazione di soluzioni innovative attraverso l’utilizzo di tecnologie emergenti.

L’obiettivo è realizzare contenuti di alta qualità, fruibili in realtà̀ aumentata, virtuale e interattiva nell’ambito della produzione video remota e distribuita, della DAD+gaming, di eventi live e documentari.

Le domande potranno essere presentate da imprese del settore, anche in forma aggregata, entro il 22 aprile 2022.

SINTESI BANDO 

Progetto 5G audiovisivo (2022)

Cos’è

Con Avviso pubblico dell’8 marzo il Ministero ha avviato una procedura per l’acquisizione di proposte progettuali innovative, finalizzate all’impiego ed allo sviluppo della tecnologia 5G nel settore della produzione e della distribuzione di contenuti audiovisivi.

La procedura prevede la selezione di progetti pilota, della durata di un anno, che realizzino reti e servizi innovativi per il settore della produzione di contenuti audiovisivi, la loro trasmissione e fruizione, basati su tecnologia 5G per la banda larga mobile, anche mediante l’impiego della banda 700 MHz.

A chi si rivolge

Possono partecipare alla procedura imprese investite del ruolo di capofila di forme di aggregazione, partenariato ed altre modalità di intesa/coordinamento appartenenti alle categorie di:

  • Operatori di rete radiotelevisiva e di comunicazione elettronica ad uso pubblico;
  • Fornitori di Servizi Media Audiovisivi (FSMA);
  • Produttori audiovisivi;
  • Imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale (editori e creators digitali, produttori ed editori di videogiochi, produttori di eventi, editori multimediali ecc);
  • Pubbliche amministrazioni centrali o locali, operanti nell’area di interesse;
  • Start-up operanti nel settore audiovisivo;
  • Istituzioni scolastiche e/o educative o, in alternativa, università o enti o centri di ricerca che svolgono attività funzionali rispetto alle attività progettuali presentate.

Le mdalità ed i criteri per la presentazione e per la selezione delle proposte progettuali sono stati definiti con Avviso pubblico dell’8 marzo 2022.

Risorse

Per la procedura, che rientra nell’ambito una serie di iniziative a sostegno dello sviluppo e dell’innovazione delle nuove tecnologie, è stata prevista una dotazione finanziaria complessiva, a valere sulle risorse rese disponibili dalla legge di bilancio n. 205 del 2017, pari a 5 milioni di euro.

Procedura per la selezione delle proposte progettuali

La domanda di partecipazione alla procedura, redatta secondo le modalità previste dall’Avviso pubblico, dovrà essere trasmessa a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: dgscerp.div02@pec.mise.gov.it

Il termine di presentazione delle domande è il 22 aprile 2022.

Eventuali richieste di informazioni e chiarimenti potranno essere formulate esclusivamente in forma scritta, a mezzo PEC all’indirizzo dgscerp.div02@pec.mise.gov.it, fino al 23 marzo 2022.

Le risposte ai quesiti verranno rese ai singoli richiedenti a mezzo pec entro il 2 aprile 2022 e pubblicate in forma anonima sul sito internet del Ministero.

La selezione delle proposte progettuali si articola in tre fasi:

  • acquisizione di domande (entro il 22 aprile 2022);
  • selezione ad opera della Commissione di valutazione delle migliori proposte progettuali, destinate alla successiva fase di procedura negoziata;
  • procedura negoziata, finalizzata all’affinamento delle proposte progettuali collocatesi ai primi posti delle graduatorie (entro il 23 maggio 2022).

L’istruttoria delle proposte progettuali si concluderà con la pubblicazione delle graduatorie finali sul sito del Ministero, entro il 31 maggio 2022.

Le proposte progettuali devono prevedere l’avvio delle azioni entro il 15 giugno 2022.

Contatti

Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Donatella Proto
dgscerp.div02@pec.mise.gov.it

Documenti

  • FAQ – Risposte alle domande frequenti (pdf). La pubblicazione sul web delle risposte alle richieste di informazioni e chiarimenti sostituisce la comunicazione a mezzo PEC al richiedente
  • Avviso pubblico 8 marzo 2022 (pdf)
    Errata corrige: Il punto 5 dell’Avviso è sostituito come segue: “In caso di progetti di cui alla lettera A) del capitolo 3, il capofila del raggruppamento deve appartenere ad una delle categorie indicate alle lettere a), b), c) o d).”
    Errata corrige: si segnala che l’indirizzo pec indicato al punto 10. Termine e modalità per la presentazione delle domande è errato.
    L’indirizzo pec corretto a cui inviare le domande di partecipazione è: dgscerp.div02@pec.mise.gov.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.