LAVORO ED OCCUPAZIONE 2 – Smart working, ecco cosa cambia dal 1°agosto. Le prossime tappe

Smart working, ecco cosa cambia dal 1°
agosto. Le prossime tappe


Scade il 31 luglio possibilità concessa di svolgere la prestazione di
lavoro in modalità agile (quindi lavoro agile al 100%) per i lavoratori
dipendenti del settore privato, genitori di almeno un figlio/a under 14. A
condizione che anche l’altro genitore lavori o non sia «beneficiario di
strumenti di sostegno al reddito»
Sono in scadenza alcune importanti novità sul fronte smart working introdotte
in sede di conversione in legge del decreto riaperture. Prima di tutto la
possibilità concessa fino al 31 luglio di svolgere la prestazione di lavoro in
modalità agile (quindi smart working al 100%) anche in assenza degli accordi
individuali e a condizione che tale modalità sia compatibile con le
caratteristiche della prestazione.
A chi è riservata l’opzione smart working al 100%
Un’opzione riservata ai lavoratori dipendenti del settore privato, genitori di
almeno un figlio/a under 14. A condizione che anche l’altro genitore lavori o
non sia «beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di
sospensione o cessazione dell’attività lavorativa». Dal 1° agosto a livello
generale si torna allo smart working concordato in azienda, con intese basate
spesso su una modalità mista di lavoro in smart working e presenza.
Lavoro agile per i lavoratori più esposti a rischio contagio
Il medesimo diritto (fino al 31 luglio) allo svolgimento delle prestazioni di
lavoro in smart working al 100% è riconosciuto, sulla base delle valutazioni dei
medici competenti, anche ai lavoratori maggiormente esposti a rischio di
contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da
immunodepressione, da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di
terapie salvavita o, comunque, da comorbilità che possono caratterizzare una
situazione di maggiore rischiosità accertata dal medico competente,
nell’ambito della sorveglianza sanitaria, a condizione che tale modalità sia
compatibile con le caratteristiche della prestazione lavorativa. Con la crisi di
governo bisognerà vedere se ci saranno i margini per una proroga.
Comunicazioni semplificate fino al 31 agosto
Va ricordato infine che sono state prorogate fino al 31 agosto le modalità di
comunicazione semplificata per lo smart working per tutti i lavoratori del
settore privato, senza necessità di sottoscrizione di accordi individuali tra
azienda e lavoratori.
fonte: IL SOLE 24 ORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.