INCENTIVI E CREDITO – PNRR agricoltura, tutti i finanziamenti, bandi e progetti previsti per il 2022-2025 ………..

PNRR agricoltura, tutti i finanziamenti,
bandi e progetti previsti per il 2022-2025


Una vera e proprio svolta che vale molti miliardi per l’agricoltura con
contributi, crediti di imposta, finanziamenti e progetti previsti dal piano
PNRR per settore il settore
Quali sono i finanziamenti, bandi e progetti previsti per
l’agricoltura dal PNRR 2022-2025?
Finanziamenti, bandi e progetti previsti per il 2022-2025 previsti dal PNRR
agricoltura comprendono una serie di contributi e crediti di imposta per chi ha
intenzione di avviare attività nel settore agricolo o chi già le ha, per un rilancio
del settore e per sostegni in un momento di crisi particolare, come quello che
stiamo vivendo, finanziamenti per l’imprenditoria femminile nel settore
agricoltura, fondi per imprese del sud e per attività economiche chiuse,
gestione dell’acqua e parchi agrosolari.
Il Piano PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, incentiva e sostiene
particolarmente il settore dell’agricoltura e prevede, nel dettaglio,
finanziamenti agevolati, bandi e tanti diversi progetti per avere contributi a
fondo perduto. Vediamo quali sono nel dettaglio tutti i finanziamenti, bandi e
progetti previsti per il 2022-2025 previsti dal PNRR agricoltura.
● Finanziamenti PNRR agricoltura per cosa e a chi sono destinati
● Fondi e progetti PNRR imprenditoria femminile agricoltura
● Fondo Simest 394 e Fondo IPCEI- Importanti Progetti di Comune
Interesse Europeo
● Fondo PNRR per attività economiche chiuse e trasferimento
tecnologico
● Fondi PNRR per gestione acqua e parchi agrosolari cosa prevedono
Finanziamenti PNRR agricoltura per cosa e a chi sono destinati
I primi finanziamenti previsti dal PNRR per l’agricoltura sono destinati allo
sviluppo della logistica dei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura,
silvicoltura e florovivaismo, con lavori che puntano a ridurre l’impatto
ambientale dei trasporti e a migliorare la capacità di stoccaggio e
trasformazione dei prodotti.
Si tratta di finanziamenti che possono essere richiesti specificatamente dagli
operatori che gestiscono impianti per la lavorazione e lo stoccaggio di prodotti
agricoli, compresi frantoi, essiccatoi e silos) e aziende agricole che decidono
di investire nell’agricoltura 4.0 con processi di automazione e digitalizzazione
della produzione, puntando sulle nuove tecnologie.
Si tratta del cosiddetto Piano Transizione 4.0 che prevede tre tipologie di
finanziamenti per le imprese che sono, nel dettaglio, le seguenti:
● credito d’imposta per investimenti in beni strumentali, per sostenere le
imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali
(software e piattaforme digitali) per la trasformazione tecnologica e
digitale dei processi produttivi;
● credito d’imposta formazione 4.0, per sostenere le imprese nel
processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o
consolidando le competenze nelle tecnologie abilitanti necessarie a
realizzare il paradigma 4.0, e credito d’imposta ricerca e sviluppo,
innovazione tecnologica, design e ideazione estetica;
● credito d’imposta Società Benefit, per incentivare il sistema delle
società benefit su tutto il territorio nazionale con concessione di un
credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di costituzione o
trasformazione sostenute dalle società benefit.
Fondi e progetti PNRR imprenditoria femminile agricoltura
Non solo finanziamenti per il settore dell’agricoltura: il PNRR prevede anche
fondi e progetti pensati per l’imprenditoria femminile nel settore agricolo. E’
stato stanziato un fondo da 40 milioni di euro per sostenere progetti di avvio e
rafforzamento dell’imprenditoria femminile, per valorizzare il contributo
quantitativo e qualitativo delle donne allo sviluppo economico e sociale del
Paese, per diffondere i valori dell’imprenditorialità e del lavoro nel mondo
femminile
Fondo Simest 394 e Fondo IPCEI- Importanti Progetti di
Comune Interesse Europeo
Il Fondo Simest 394 è un contributo a fondo perduto al 25% e fino al 40% per
le imprese del Sud, mentre il Fondo IPCEI- Importanti Progetti di Comune
Interesse Europeo mira a incentivare le attività di chi è impegnato nella
realizzazione di Ipcei, cioè d’importanti progetti di comune interesse europeo.
Fondo PNRR per attività economiche chiuse e trasferimento
tecnologico
Il PNRR ha istituito anche un contributo a fondo perduto per le attività del
settore agricoltura che, a causa delle restrizioni per la pandemia da Covid
19, sono state costrette a chiudere per almeno 100 giorni, e il Fondo per il
trasferimento tecnologico, per un maggiore sostegno alla ripresa del sistema
produttivo nazionale con lo sviluppo di tecnologie strategiche per sostenere la
competitività del Paese.
Fondi PNRR per gestione acqua e parchi agrosolari cosa
prevedono
Con il PNRR sono stati stanziati 880 milioni di euro per i sistemi irrigui e
infrastrutture di gestione dell’acqua come dighe, bacini, condotte, pozzi e
invasi, e per il potenziamento dell’efficienza fino al 12% delle aree agricole per
poter garantire una migliore gestione dell’acqua, anche in relazione ai
cambiamenti climatici e ai rischi di siccità e dissesto idrogeologico.
Un fondo da 1,5 miliardi di euro è stato, invece, stanziato per lo sviluppo di
parchi agrosolari, vale a dire per incentivare l’installazione di pannelli
fotovoltaici su capannoni e strutture aziendali esistenti, e per interventi di
ammodernamento delle coperture ormai datate, compresi quelli per
l’eliminazione dell’amianto e dell’eternit per incentivare la produzione di
energia da fonti rinnovabili.

FONTE – BUSINESSONLINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.