INCENTIVI ALLE IMPRESE – Fondo Nuove Competenze 2022, domanda dal 13 dicembre: le date di scadenza da rispettare

Fondo Nuove Competenze 2022, domanda
dal 13 dicembre: le date di scadenza da
rispettare


di Giuseppe Guarasci – INCENTIVI ALLE IMPRESE
Dopo una lunga attesa arriva l’avviso pubblico che sblocca il Fondo
Nuove Competenze 2022: possono presentare domanda dal 13 dicembre
le imprese che intendono attivare percorsi di formazione per i
dipendenti. Per le richieste c’è tempo fino al 28 febbraio ma non è l’unica
scadenza da considerare
Diventa pienamente operativo il Fondo Nuove Competenze 2022 nella sua
versione rinnovata. Nell’avviso pubblico diffuso da ANPAL, Agenzia Nazionale
Politiche Attive del Lavoro, il 10 novembre in evidenza le novità introdotte:
focus su temi legati al digitale e all’ecologia per la formazione, ruolo primario
ai fondi interprofessionali e riduzione dei contributi.
La domanda può essere presentata a partire dal 13 dicembre e c’è tempo per
procedere fino al 28 febbraio 2023: ma la tabella di marcia prevede anche
un’altra data di scadenza rilevante, quella del 31 dicembre per la firma degli
accordi alla base della rimodulazione dell’orario di lavoro per permettere a
lavoratrici e lavoratori di seguire percorsi formativi da realizzarsi nel 2023.
Fondo Nuove Competenze 2022, domanda su MyANPAL dal 13
dicembre
Arriva l’avviso pubblico che rende accessibile il Fondo Nuove
Competenze 2022 che può contare su un miliardo di euro a valere su risorse
ReactEU, confluite nel Programma operativo nazionale Sistemi di politiche
attive per l’occupazione (Pon Spao).
La possibilità di richiedere contributi per le ore di formazione di lavoratrici e
lavoratori è stata introdotta dall’articolo 88 del Decreto Rilancio, all’inizio
dell’emergenza coronavirus.
Le agevolazioni previste ritornano accessibili con regole diverse:
● i percorsi formativi che vedranno protagonisti i lavoratori e le lavoratrici
saranno orientati all’acquisizione di competenze digitali e green, in linea
con le disposizioni dell’art. 11-ter del decreto-legge n. 146 del
2021;
● un ruolo di primo piano viene riconosciuto ai fondi interprofessionali che
rappresenteranno un canale di accesso privilegiato; le aziende non
potranno erogare la formazione ma dovranno sempre affidarsi ad enti
accreditati a livello nazionale o regionale;
● una novità importante, poi, riguarda la misura del beneficio: la copertura
del costo del personale impegnato nelle attività scende al 60 per cento,
in misura piena è accessibile solo a patto di una strutturale riduzione
dell’orario lavorativo a parità di retribuzione.
Con le modifiche introdotte, quindi, i benefici riconosciuti tramite il Fondo
Nuove Competenze 2022 sono i seguenti:
● 100 per cento dei contributi assistenziali e previdenziali, al netto degli
eventuali sgravi contributivi applicabili nel periodo oggetto
dell’agevolazione;
● copertura della retribuzione oraria per il 60 per cento (100 per cento
solo con riduzione dell’orario strutturale).
Tenendo conto di questo nuovo assetto, tutti i datori di lavoro privati, incluse
le società a partecipazione pubblica, potranno presentare domanda di
accesso al FNC dal 13 dicembre 2022 dalle ore 11 tramite MyANPAL
accessibile con SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta
Nazionale dei Servizi).
Fondo Nuove Competenze 2022, si parte con la domanda entro la
scadenza del 28 febbraio 2023
Potranno procedere con le richieste i legali rappresentanti delle imprese
aspiranti beneficiarie o dei loro delegati, con delega per iscritto inserita nella
piattaforma informatica insieme al documento di identità di entrambe le parti.
I lavoratori e le lavoratrici coinvolte dovranno essere inseriti in progetti
formativi di una durata minima di 40 ore e fino a un massimo di 200 ore.
I contributi richiesti dalle aziende, per ogni istanza, potranno avere un valore
massimo di 10 milioni di euro, il datore di lavoro potrà richiedere
un’anticipazione della somma pari al massimo al 40 per cento, tramite
presentazione di una fidejussione.
Per presentare domanda di accesso al Fondo Nuove Competenze 2022 c’è
tempo fino alla scadenza del 28 febbraio 2023.
“Laddove prima della suddetta data si verifichi un esaurimento delle risorse
disponibili, risultante dalle istruttorie effettuate secondo il criterio cronologico
di presentazione, le istanze pervenute in carenza delle disponibilità finanziarie
previste dal presente Avviso verranno inserite in una apposita lista e
ammesse a iter di valutazione solo nel caso in cui, in tempi coerenti con la
rendicontazione delle attività, si rendessero disponibili risorse aggiuntive”.
Si legge nell’Avvio pubblico ANPAL del 10 novembre 2022.
Fondo Nuove Competenze 2022, le date di scadenza da
considerare per la domanda
Ma per poter accedere ai benefici del FNC è necessario aver sottoscritto degli
accordi per la rimodulazione degli orari di lavoro finalizzati alla realizzazione,
nel 2023, di percorsi formativi di accrescimento delle professionalità sui temi
del digitale e dell’ecologia.
Oltre al termine del 28 febbraio, quindi bisogna considerare la scadenza del
31 dicembre 2022 per la sottoscrizione degli accordi appena menzionati per
poter beneficiare del Fondo Nuove Competenze. Il documento andrà allegato
all’istanza.
Il perimetro temporale per questo passaggio fondamentale è molto stretto:
sono valide per la domanda le intese firmate tra il 4 novembre 2022 e la fine
dell’anno.
Una panoramica sulla tabella di marcia del Fondo Nuove Competenze 2022.
Fondo Nuove Competenze 2022 Tempistica
Avvio delle domande 13 dicembre 2022
Periodo di validità degli accordi 4 novembre-31 dicembre 2022
Scadenza delle domanda 28 febbraio 2023
Tutti i dettagli sull’accesso al FNC 2022 nel testo integrale dell’avviso pubblico
ANPAL.
fonte: INFORMAZIONE FISCALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.