INCENTIVI ALLE IMPRESE – Bonus assunzione lavoratori autistici: pronto il decreto per le startup innovative a vocazione sociale

Bonus assunzione lavoratori autistici:
pronto il decreto per le startup innovative
a vocazione sociale


di Alessio Mauro – INCENTIVI ALLE IMPRESE
Il Ministro del Lavoro ha firmato il decreto per il bonus assunzione previsto in
favore dei lavoratori autistici impiegati da startup innovative a vocazione
sociale con specifici requisiti. La retribuzione erogata ai lavoratori non
concorre alla formazione di reddito imponibile.
Bonus assunzione lavoratori autistici, firmato il decreto che definisce il
funzionamento del beneficio.
Come si legge nel comunicato stampa del 3 ottobre 2022, si tratta di
agevolazioni fiscali e contributive in favore di lavoratori con disturbi dello
spettro autistico assunti da startup innovative a vocazione sociale.
I lavoratori in questione devono essere impiegati per almeno un anno da
startup con sede in Italia e costituite da meno di 5 anni.
La retribuzione erogata non contribuisce alla formazione del reddito
imponibile.
Bonus assunzione lavoratori autistici: pronto il decreto per le
startup innovative a vocazione sociale
Il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha firmato il decreto che disciplina
l’attuazione del bonus assunzione previsto in favore di lavoratori con disturbi
dello spettro autistico assunti da startup innovative a vocazione sociale.
La notizia è stata diffusa nel comunicato stampa del Ministero del 3
ottobre 2022.
L’agevolazione riguarda le startup innovative, definite dal DL n. 179/2012, in
particolare quelle a vocazione sociale, cioè che operano nei settori
dell’assistenza sociale e sanitaria, dell’educazione e formazione, della tutela
ambientale e della valorizzazione del patrimonio culturale.
Le startup in questione devono possedere i seguenti requisiti:
● avere residenza in Italia;
● essere costituite da meno di 5 anni;
● impiegare lavoratori autistici come dipendenti o collaboratori per almeno
un anno.
I lavoratori, inoltre, devono costituire almeno due terzi della forza lavoro
complessiva.
Bonus assunzione lavoratori autistici, i trattamenti INPS saranno
sospesi durante il periodo lavorativo
Il bonus assunzione prevede agevolazioni fiscali e contributive sia per i
lavoratori autistici sia per le startup che li assumono.
La retribuzione erogata ai lavoratori dipendenti con disturbi dello spettro
autistico, infatti, non concorre alla formazione di reddito imponibile a fini
fiscali e contributivi.
I datori di lavoro, poi, non sono tenuti a versare i relativi contributi, ma
dovranno trasmettere regolarmente i flussi di denuncia UNIEMENS.
Nel caso in cui i lavoratori in questione percepiscano assegno o pensione di
invalidità, il trattamento dovrà essere sospeso per tutta la durata del periodo
di assunzione presso la startup innovativa, a condizione che venga superato il
limite reddituale previsto dalla legge.
Per attivare la procedura di sospensione del trattamento, il lavoratore è tenuto
a comunicare all’ente che lo eroga (secondo le modalità definite dallo stesso)
la variazione della propria situazione reddituale entro 30 giorni
dall’assunzione.
Se in seguito ad eventuali accertamenti dovesse emergere l’utilizzo indebito
dell’agevolazione, si provvederà al recupero delle somme dovute.
Il decreto è stato già trasmesso al Ministero dell’Economia e delle Finanze per
la firma e sarà pubblicato prossimamente in Gazzetta Ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.