CREDITO DI IMPOSTA – Comunicazioni al MISE degli investimenti 4.0 anno 2021

Comunicazioni al MISE degli investimenti
4.0 anno 2021


di Giovanni Riccio
Con tre distinti Provvedimenti direttoriali del 6 ottobre 2021 sono stati
approvati i Modelli per la comunicazione al MISE degli investimenti
previsti dal Piano Nazionale Transizione 4.0 che consentono la
maturazione dei crediti di imposta ivi previsti.
Le misure agevolative per le quali dev’essere effettuata la comunicazione
sono:
● il credito d’imposta per investimenti in beni materiali e immateriali 4.0
previsto dai commi 189 e 190 dell’articolo 1 della L. 160/2019 e dai
commi da 1051 a 1063 dell’articolo 1 della Legge 178/2020;
● il credito di imposta per ricerca, sviluppo, innovazione e design
disciplinato dai commi da 200 a 203 dell’articolo 1 della Legge
160/2019;
● il credito d’imposta formazione 4.0 istituito dai commi da 46 a 56
dell’articolo 1 della Legge 205/2017.
Gli investimenti in parola rientrano nel Piano Nazionale di Ripresa e
Resilienza (PNRR). In particolare, sono compresi nell’ambito della Missione 1
– Componente 2 “Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema
produttivo”, l’Investimento 1 “Transizione 4.0”.
Per gli investimenti in beni materiali ed immateriali ordinari non è prevista
alcuna comunicazione.
Le norme di riferimento precisano che
● l’invio del modello non rappresenta un presupposto per la fruizione delle
agevolazioni oggetto di comunicazione;
● i dati e le informazioni contenute nei modelli sono strumentali alle
valutazioni di efficacia ed alla comprensione della dimensione e della
diffusione delle relative agevolazioni;
● il mancato invio del modello non determina alcun effetto in occasione di
eventuali controlli di natura fiscale, in pratica la sua omissione non
determina decadenza dalla possibilità di utilizzo in compensazione dei
bonus.
Si deve, quindi, ritenere che i termini per l’invio dei modelli, di cui diremo in
seguito, non sono da considerarsi perentori.
Il Modello di comunicazione relativo agli investimenti in beni strumentali
dev’essere inviato tramite Pec, previa apposizione della firma digitale del
legale rappresentante dell’impresa, all’indirizzo
benistrumentali4.0@pec.mise.gov.it.
Gli investimenti agevolati ai sensi delle disposizioni previste dalla L. 178/2020,
devono essere comunicati entro la data di presentazione della dichiarazione
dei redditi riferita a ciascun periodo d’imposta di effettuazione degli
investimenti.
In pratica, i soggetti solari entro il 30 novembre 2022 devono presentare il
Modello relativo agli investimenti effettuati nel periodo di imposta 2021.
Il Modello di comunicazione dei dati concernenti il credito d’imposta per
investimenti in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e
ideazione estetica, digitalmente firmato dal legale rappresentante
dell’impresa, dev’essere inviato all’indirizzo di Posta elettronica certificata
cirsid@pec.mise.gov.it.
Detti investimenti agevolati, effettuati nel periodo di imposta in corso
successivo al 31 dicembre 2020, devono essere comunicati entro la data di
presentazione della dichiarazione dei redditi riferita a ciascun periodo
d’imposta di effettuazione degli investimenti.
In buona sostanza, i soggetti solari entro il 30 novembre 2022 devono
presentare il Modello relativo agli investimenti agevolati ai sensi dei commi da
200 a 203 dell’articolo 1 della Legge 160/2019 effettuati nel periodo di imposta
2021.
Il Modello di comunicazione dei dati concernenti il credito d’imposta
formazione 4.0 va inviato all’indirizzo pec formazione4.0@pec.mise.gov.
Analogamente a quanto previsto per i precedenti modelli, il file prima di essere
inviato dev’essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa.
Il Modello relativo alle spese sostenute nei periodi d’imposta agevolabili
successivi al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020, deve essere
trasmesso entro la data di presentazione della dichiarazione dei redditi riferita
a ciascun periodo d’imposta di effettuazione degli investimenti.
Ne consegue che i soggetti solari entro il 30 novembre 2022 devono
presentare il Modello relativo alle spese sostenute effettuati nel periodo di
imposta 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.