ACQUISTO PRIMA CASA – Mutuo giovani under 36, garanzia Consap con nuove regole per le domande dal 1° al 31 dicembre 2022

Mutuo giovani under 36, garanzia Consap
con nuove regole per le domande dal 1° al
31 dicembre 2022


di Anna Maria D’Andrea – LEGGI E PRASSI


Mutuo giovani under 36, domande di accesso alla garanzia Consap
dell’80 dal 1° al 31 dicembre 2022. La conferma nella legge di
conversione del Decreto Aiuti ter, che adegua la norma sull’applicazione
dei tassi di interesse calmierati.
Mutuo giovani under 36, nuove domande al via dal 1° al 31 dicembre 2022.
Torna operativa la garanzia Consap per i mutui relativi all’acquisto della prima
casa che, a causa dell’aumento dei tassi di interesse, aveva subito una
brusca frenata nell’ultimo periodo.
La misura che consente la riapertura delle domande è inserita nella legge di
conversione del decreto Aiuti ter, che ha concluso il suo iter parlamentare con
l’approvazione del Senato del 16 novembre 2022.
La disposizione adegua le regole in merito ai tassi di interesse da applicare ai
mutui contratti da under 36 alla luce dell’attuale scenario economico.
Una novità che si applicherà dal 1° dicembre e fino alla fine dell’anno, alla
luce della scadenza del 31 dicembre delle agevolazioni previste dal decreto
Sostegni bis.
Mutuo giovani under 36, garanzia Consap con nuove regole per le
domande dal 1° al 31 dicembre 2022
La modifica all’articolo 64, comma 3 del decreto legge n. 73/2021, il
Decreto Sostegni bis, permette di ripartire alle garanzie sui mutui per
l’acquisto della prima casa.
La disposizione che interviene sulla norma in questione è l’articolo 35-bis della
legge di conversione del Decreto Aiuti ter. La novità è confermata
definitivamente dall’approvazione definitiva del Senato del 16 novembre 2022.
Per le domande presentate dal 1° dicembre al 31 dicembre 2022, l’accesso
alla garanzia Consap fino all’80 per cento della quota capitale potrà essere
riconosciuto anche in caso di TEG (tasso effettivo globale) superiore al TEGM
(tasso effettivo globale medio) pubblicato dal MEF.
Una modifica tecnica ma che avrà un forte impatto ai fini dell’accesso al
mutuo per i giovani under 36 e per le ulteriori categorie prioritarie, tra cui
giovani coppie e nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, con ISEE fino
a 40.000 euro.
Con una deroga alle regole ordinarie, che prevedono l’applicazione di un
tasso calmierato ai mutui contratti accedendo alla garanzia Consap, fino al 31
dicembre 2022 sarà garantito l’accesso al regime speciale dell’80 per cento
anche in caso di aumento del TEGM rispetto ai parametri individuati dal MEF.
La novità finalizzata all’adeguamento della norma alla mutata situazione
economica era già stata spiegata nella relazione illustrativa all’emendamento
presentato dal Governo.
La proposta di modifica:
“trova fondamento nella sopravvenuta incapacità dell’indicatore TEGM di
rispondere adeguatamente alla sua funzione di tasso soglia in uno scenario
macro economico come quello attuale altamente volatile.”
Mutuo giovani under 36, nuove domande dal 1° dicembre 2022
La dinamicità del nuovo contesto economico, l’inflazione e gli effetti della crisi
ucraina, che hanno portato a nuove decisioni di politica monetaria da parte
della Banca Centrale Europea, portano quindi ad una rimodulazione delle
regole operative per l’accesso alla garanzia sui mutui da parte dei giovani
under 36 e delle altre categorie prioritarie.
La misura inserita nella legge di conversione del Decreto Aiuti ter dispone
quindi in via eccezionale la possibilità di accedere a condizioni agevolate di
garanzia nella percentuale dell’80 per cento anche in caso di tasso di
interesse applicato dalle banche non superiore:
“al tasso effettivo medio globale pubblicato trimestralmente dal MEF, nella
misura massima del differenziale, se positivo, tra la media dell’Interest Rate
Swap a 10 anni, pubblicato ufficialmente, calcolata nel mese precedente al
mese di erogazione, e la media dell’Interest Rate Swap a 10 anni, pubblicato
ufficialmente, del trimestre sulla base del quale è stato calcolato il TEGM in
vigore.”
L’intervento mira a sbloccare la garanzia dell’80 per cento per i mutui relativi
all’acquisto della prima casa. Le novità si applicheranno alle domande
presentate dal 1° dicembre 2022, al fine di consentire alle banche di adeguare
contratti e sistemi operativi alle nuove regole.
A livello operativo, molto importante è anche il comma 2 dell’articolo 35-bis,
che obbliga i finanziatori a indicare nel contratto di finanziamento le condizioni
economiche di maggior favore applicate al beneficiario per effetto della
concessione della garanzia del Fondo Consap.
L’indicazione dovrà figurare anche nel contratto di finanziamento stipulato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.